Tutti i benefici che la Legge 104 offre ai disabili non gravi

Cropped Icon Primissima.png
By Djamila Lazri Pubblicato il 11 Luglio 2024 14h00
Tutti i benefici che la Legge 104 offre ai disabili non gravi
Tutti i benefici che la Legge 104 offre ai disabili non gravi

La Legge 104/92 è ben nota per le sue disposizioni a favore delle persone con disabilità, ma sapevi che anche i disabili non gravi godono di diritti specifici sotto questa normativa? Dal collocamento obbligatorio alle agevolazioni fiscali, scopriamo insieme quali sono i benefici che potresti non conoscere ancora.

Quali sono i diritti lavorativi per i disabili non gravi?

Uno degli aspetti meno discussi della Legge 104 è la tutela nel mercato del lavoro per i disabili non gravi. Nonostante non siano coperti dalla medesima estensione di protezione riservata ai disabili gravi, esistono comunque dei vantaggi significativi che meritano attenzione. Per esempio, questi individui sono esentati dal lavoro notturno. Questo significa che non possono essere obbligati a lavorare per almeno sette ore consecutive tra la mezzanotte e le cinque del mattino, garantendo così un equilibrio più umano tra vita e lavoro.

Un altro diritto rilevante è il collocamento obbligatorio. Le aziende con più di 15 dipendenti sono obbligate per legge a riservare una quota delle loro assunzioni a persone con disabilità. Questo varia in base alla dimensione dell'azienda, ma va dal 7% in su per le aziende più grandi, assicurando così opportunità di lavoro più eque.

Quali benefici fiscali sono disponibili per i disabili non gravi?

La Legge 104 non si limita solo a fornire supporto nel lavoro, ma estende i suoi benefici anche in ambito fiscale. I disabili non gravi possono godere di sgravi contributivi significativi, che facilitano le aziende nell'assumere e mantenere lavoratori disabili. Questi sgravi si applicano sia alle assunzioni a tempo indeterminato sia alla conversione di contratti a termine.

Per quanto riguarda le spese personali, sono previste deduzioni per le spese mediche generiche e quelle specifiche necessarie in caso di disabilità. Ciò include le spese per assistenza specifica, che possono essere un onere significativo per molti. Inoltre, le spese sostenute per migliorare l'autosufficienza attraverso sussidi tecnici e informatici, o per servizi come l'interpretariato per sordomuti, sono detraibili.

Se il reddito non supera i 40.000 euro annui, è possibile detrarre le spese per gli addetti all'assistenza personale, un aiuto cruciale per coloro che non sono autosufficienti nelle attività quotidiane.

La Legge 104 offre quindi un insieme complesso di diritti e benefici che possono fare una grande differenza nella vita di chi ha disabilità non gravi. Conoscere questi diritti è il primo passo per poterli rivendicare e migliorare la qualità della vita quotidiana.

Cropped Icon Primissima.png

Mi chiamo Mila, sono una redattrice appassionata nel campo della finanza per Primissima.it. La mia avventura nel mondo finanziario è iniziata durante i miei studi universitari in Economia e Gestione delle Imprese. Da allora, mi dedico alla scrittura e all'analisi di tendenze di mercato, strategie di investimento e notizie economiche, con l'obiettivo di rendere i concetti finanziari accessibili a tutti.

Nessun comment su «Tutti i benefici che la Legge 104 offre ai disabili non gravi»

Lascia un comment

* Required fields