Il Sahara invade l’Italia : un fine settimana da record con l’anticiclone Narciso

Cropped Icon Primissima.png
By Djamila Lazri Pubblicato il 5 Aprile 2024 15h30
Il Sahara invade l'Italia : un fine settimana da record con l'anticiclone Narciso

Una ondata di caldo insolita sta per investire l'Italia, portando temperature che sfidano ogni previsione. Il fenomeno meteorologico, denominato anticiclone Narciso, promette di trasformare il paesaggio primaverile in un'anteprima estiva con termometri che schizzano alle stelle. Da nord a sud, il caldo sahariano farà sentire la sua presenza, offrendo un assaggio preoccupante di ciò che potrebbe riservarci il futuro prossimo. Temperature da record, sabbia del deserto che raggiunge i cieli scandinavi e una domanda che tutti ci poniamo: siamo pronti ad affrontare questa nuova realtà climatica?

Un'anticipazione estiva senza precedenti

Mentre il nord Italia si prepara a vivere condizioni quasi estive, con locali foschie e più nubi in Liguria, il centro gode di un sole radioso e temperature che raggiungono i 28°C in Sardegna. Al sud, il bel tempo prevale, con la Sicilia che si avvicina ai 27°C. Questo scenario insolito per il periodo, con picchi che sfiorano i 28-30°C, lascia presagire un'estate precoce e intensa. Le previsioni indicano un weekend dominato da un caldo anomalo, che vede il termometro raggiungere i 30°C anche nei fondovalle alpini, un fenomeno che spinge lo zero termico fino a sorprendenti 4.200 metri.

Il quadro si complica con l'arrivo di anticiclone Narciso, l'anticiclone africano che, espandendosi dal Marocco verso la Spagna e la Francia, promette un aumento delle temperature in tutta Europa. L'invasione di questo caldo estremo non solo in Italia ma anche in Germania, Polonia e persino nella lontana Russia sottolinea un cambiamento climatico in atto, con effetti che potrebbero rivelarsi sempre più frequenti e intensi.

Da domenica a lunedì : il picco del caldo

Il culmine di questo evento climatico si registrerà tra domenica e lunedì, con Berlino che prevede temperature tra i 28-30°C, ben oltre la media stagionale. Questo calore soffocante, unito alla sabbia del deserto che si sposta verso il nord dell'Europa, segna un inizio di aprile atipico e potenzialmente preoccupante. La Russia, con Mosca che si prepara a raggiungere i 22°C, testimonia come il caldo sahariano stia riscrivendo le regole del clima europeo.

Venerdì 5 aprile, il clima varia da nuvoloso al nord, con foschie e più nubi in Liguria, a soleggiato e mite al centro con 28°C in Sardegna, fino a bel tempo e 27°C al sud in Sicilia. Sabato 6 aprile, si preannuncia quasi estate al nord con temperature tra 26-28°C, mentre al centro si riscalda fino a 28-29°C e al sud si mantiene caldo a 28°C. Domenica 7 aprile, l'estate si fa sentire con 26-30°C al nord, 28-30°C al centro e fino a 30°C al sud, preludio di un lunedì soleggiato e caldo prima dell'arrivo di un ciclone martedì, con previsioni di grandine e temporali.

In Italia, il fenomeno si fa sentire con una forza particolare. La temperatura, che si attesta sui 30 gradi anche nei fondovalle alpini, promette una fase climatica più tipica di luglio che di inizio aprile. Mentre si prevede ancora la possibilità di locali pioviggine in Liguria, da domenica sera si aspettano aumenti delle velature sabbiose verso il Nord-Ovest, un segnale chiaro dell'impatto che questi cambiamenti climatici stanno avendo sul nostro territorio.

L'anticiclone Narciso non è solo un fenomeno meteorologico; è un monito. Le temperature record, il caldo anomalo e la sabbia del deserto che invade i cieli europei sono sintomi di un cambiamento climatico che richiede una risposta immediata e decisa. Come affronteremo queste nuove sfide climatiche? Siamo pronti a rivedere le nostre abitudini per garantire un futuro sostenibile? Queste domande, ora più che mai, richiedono una riflessione profonda e azioni concrete.

Cropped Icon Primissima.png

Mi chiamo Mila, sono una redattrice appassionata nel campo della finanza per Primissima.it. La mia avventura nel mondo finanziario è iniziata durante i miei studi universitari in Economia e Gestione delle Imprese. Da allora, mi dedico alla scrittura e all'analisi di tendenze di mercato, strategie di investimento e notizie economiche, con l'obiettivo di rendere i concetti finanziari accessibili a tutti.

Nessun comment su «Il Sahara invade l’Italia : un fine settimana da record con l’anticiclone Narciso»

Lascia un comment

* Required fields