L’ora legale arriva : ecco perché potrebbe essere l’ultima volta

Cropped Icon Primissima.png
By Djamila Lazri Pubblicato il 30 Marzo 2024 11h00
L'ora legale arriva : ecco perché potrebbe essere l'ultima volta

Sta per arrivare quel momento dell'anno che trasforma le nostre notti e giorni, il passaggio all'ora legale. Una singola ora in grado di ribaltare le abitudini di milioni di italiani. Vuoi sapere come questa tradizione annuale influenzerà il tuo sonno, il tuo consumo energetico e persino la tua salute ? Continua a leggere e scopri i dettagli sorprendenti e le opinioni divise su questa pratica tanto discussa.

Il momento cruciale : quando cambiamo ora

Nella notte fra il 30 e il 31 marzo 2024, l'Italia compirà il suo rituale semestrale: il passaggio all'ora legale. Proprio alle 2:00 del mattino, dovremo spostare le lancette avanti di un'ora, catapultandoci alle 3:00. Questo antico rituale, che ha radici nella Prima guerra mondiale, promette di regalarci un'ora di luce in più alla sera, modificando però drasticamente il nostro ciclo sonno-veglia. Ma qual è il vero costo di questa "ora in più"?

Secondo recenti studi, la nostra salute potrebbe pagare il prezzo più alto. Disturbi del sonno, stress e persino rischi accresciuti di patologie cardiovascolari sono stati associati a questo cambio apparentemente innocuo. Eppure, l'obiettivo primario di questa pratica, risalente al secolo scorso, era (ed è) il risparmio energetico. Infatti, nel solo 2023, l'Italia ha registrato un significativo taglio nel consumo di energia elettrica, attestandosi su un risparmio di circa 220 milioni di euro. Ma vale davvero la pena?

Salute vs. Risparmio : il grande dilemma

La controversia intorno al cambio d'ora si infiamma quando si mettono in bilancia benefici economici e costi sulla salute. Da una parte, l'ammirevole obiettivo di ridurre il consumo di energia elettrica e le emissioni di CO2, con un risparmio stimato in 2 miliardi di euro dal 2004 al 2022. Dall'altra, una serie di ricerche evidenziano come l'adattamento all'ora legale possa essere un vero tormento per il nostro corpo, provocando insonnia, ansia, e disturbi dell'umore.

Nonostante ciò, la pratica persiste, e con essa le discussioni su possibili alternative. Un movimento crescente di cittadini e alcuni scienziati spingono per l'abolizione dell'ora legale, promuovendo invece una costanza che, secondo loro, beneficerebbe il benessere psicofisico della popolazione. Ma la strada verso un cambiamento di tale portata appare ancora lunga e irto di ostacoli burocratici e politici.

Intanto, la scienza ci offre qualche consiglio per mitigare gli effetti negativi del cambio d'ora, regole di igiene del sonno come la famosa "3-2-1", che suggerisce di evitare cibi, lavoro, e schermi rispettivamente tre, due, e un'ora prima di andare a letto. Saranno sufficienti questi accorgimenti a compensare l'ora di sonno perduta e riportare equilibrio nel nostro ciclo circadiano ? Il dibattito resta aperto.

Il cambio d'ora è un argomento che tocca ciascuno di noi, oscillando tra tradizione e innovazione, benefici e disagi. Sarà interessante vedere come si evolverà questa pratica nel corso degli anni e quale direzione prenderanno le politiche energetiche e sanitarie in Italia e in Europa. Fino ad allora, non ci resta che prepararci a spostare le lancette, consapevoli delle piccole grandi conseguenze che questo gesto comporta.

Cropped Icon Primissima.png

Mi chiamo Mila, sono una redattrice appassionata nel campo della finanza per Primissima.it. La mia avventura nel mondo finanziario è iniziata durante i miei studi universitari in Economia e Gestione delle Imprese. Da allora, mi dedico alla scrittura e all'analisi di tendenze di mercato, strategie di investimento e notizie economiche, con l'obiettivo di rendere i concetti finanziari accessibili a tutti.

Nessun comment su «L’ora legale arriva : ecco perché potrebbe essere l’ultima volta»

Lascia un comment

* Required fields