Perché i saldi di gennaio hanno deluso tutti : ecco cosa sta davvero accadendo

Cropped Icon Primissima.png
By Djamila Lazri Pubblicato il 26 Febbraio 2024 13h15
Perché i saldi di gennaio hanno deluso tutti : ecco cosa sta davvero accadendo
Nel cuore dell'inverno, quando le attese per i saldi di gennaio raggiungono il picco, una doccia fredda sorprende consumatori e commercianti : una flessione generale delle vendite segna l'avvio del nuovo anno. Ma c'è di più sotto la superficie di questi numeri in calo. Scaviamo nelle dinamiche che stanno ridisegnando il panorama del retail, tra crisi e nuove opportunità.

La crisi dei consumi : un inizio d'anno sotto tono

Un calo generalizzato I dati dell'Osservatorio Consumi Confimprese-Jakala parlano chiaro : una diminuzione del 2,1% nelle vendite di gennaio rispetto all'anno precedente. Questo trend al ribasso non risparmia nessun settore, dalla ristorazione all'abbigliamento, evidenziando una crisi dei consumi che colpisce duramente il tessuto economico. La ristorazione, solitamente resiliente, registra un -1,7%, mentre l'abbigliamento, nonostante i saldi invernali, non fa eccezione con un -2,4%. Anche i beni culturali e per la casa seguono questa tendenza negativa. I negozi fisici più colpiti Particolarmente sofferenti risultano i negozi di prossimità, con un calo del 3,5%, mentre le vie dello shopping e i centri commerciali registrano rispettivamente un -3,2% e un -1,5%. Questi numeri non sono solo il segnale di una crisi passaggera, ma riflettono un cambio di paradigma nel comportamento d'acquisto, accelerato dalla pandemia e dalla crescente digitalizzazione.

L'ascesa del second hand : una tendenza in controtendenza

Il boom di second hand Contrastando la tendenza generale, il mercato dell'usato vive un'autentica rinascita, con un incremento del 93% nelle transazioni. La piattaforma, che vede pubblicati circa 150mila annunci al giorno, diventa un barometro delle nuove abitudini di consumo. L'elettronica di consumo guida la classifica, seguita da abbigliamento e accessori, con un interesse crescente anche per collezionismo e accessori moto. Una scelta consapevole Questa esplosione dell'interesse per il second hand non è solo una risposta alla crisi economica, ma anche l'espressione di un cambiamento più profondo nei valori dei consumatori. La ricerca di sostenibilità, unita alla necessità di ottimizzare le spese, spinge sempre più persone verso scelte di consumo consapevole. Posizionandosi come leader nel re-commerce, dimostra come il mercato dell'usato possa essere una via per un futuro più sostenibile e inclusivo. L'avvio dell'anno segna una fase di transizione per il mondo del retail, con sfide significative ma anche nuove opportunità di crescita. Mentre i saldi di gennaio deludono le attese, il boom del second hand evidenzia una tendenza alla sostenibilità e alla consapevolezza che potrebbe ridisegnare il futuro del consumo.
Cropped Icon Primissima.png

Mi chiamo Mila, sono una redattrice appassionata nel campo della finanza per Primissima.it. La mia avventura nel mondo finanziario è iniziata durante i miei studi universitari in Economia e Gestione delle Imprese. Da allora, mi dedico alla scrittura e all'analisi di tendenze di mercato, strategie di investimento e notizie economiche, con l'obiettivo di rendere i concetti finanziari accessibili a tutti.

Nessun comment su «Perché i saldi di gennaio hanno deluso tutti : ecco cosa sta davvero accadendo»

Lascia un comment

* Required fields