L’Inps digitalizza tutto nel 2024, ecco cosa cambia per te !

Cropped Icon Primissima.png
By Djamila Lazri Pubblicato il 4 Aprile 2024 15h30
L'Inps digitalizza tutto nel 2024, ecco cosa cambia per te !

Sei pronto a scoprire la trasformazione digitale che sta cambiando il volto dell'Inps e semplificando la vita di milioni di italiani? Nel 2024, l'Istituto ha fatto un balzo in avanti nell'era digitale, superando ogni aspettativa con la digitalizzazione di oltre 108 servizi, un traguardo che segna un'epoca nuova per utenti e servizi online. Continua a leggere per scoprire come questa rivoluzione digitale sta facendo la differenza nella vita quotidiana di tutti.

Una svolta digitale senza precedenti

Nell'ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), l'Inps ha superato il suo obiettivo iniziale, portando a termine la digitalizzazione di ben 108 servizi nel solo anno 2024, rispetto ai 100 prefissati. Questo risultato segue un trend di miglioramento costante che ha visto l'istituto digitalizzare 95 servizi nel 2023, superando anche allora le aspettative. L'Inps mira a rendere la vita più facile agli utenti, minimizzando le informazioni richieste e sfruttando al massimo le possibilità offerte dalle tecnologie digitali per offrire servizi accessibili con un semplice click.

La strategia "One Click by Design" adottata dall'Inps non è solo una promessa, ma una realtà tangibile che evidenzia un importante cambio di paradigma nella gestione delle pratiche amministrative. Riducendo la necessità di reinserire dati già noti all'istituto, l'Inps non solo semplifica le procedure ma garantisce anche un'esperienza utente più fluida e meno suscettibile a errori.

Impatto concreto sui cittadini: dai servizi familiari alle pensioni

Tra dicembre 2021 e febbraio 2024, l'Inps ha registrato quasi 7 milioni di domande per l'Assegno Unico, coprendo oltre 11 milioni di figli, un dato che sottolinea l'importanza cruciale di questo supporto per le famiglie italiane. In parallelo, le richieste per la Disability Card hanno raggiunto le 62.134 unità, con quasi 200.000 card distribuite, garantendo ai beneficiari un accesso più semplice ai servizi dedicati.

Un'altra novità rilevante è stata l'introduzione dell'Isee precompilato, con 1,4 milioni di dichiarazioni presentate nei primi due mesi del 2024, dimostrando l'efficacia delle misure adottate per accelerare e semplificare le procedure. L'efficienza si riflette anche nella gestione delle richieste di Naspi, con l'82% delle domande evase entro 15 giorni, migliorando significativamente i tempi di risposta rispetto all'anno precedente. Infine, il servizio Pensami ha permesso a 1,8 milioni di utenti di simulare i propri scenari pensionistici, fornendo un servizio prezioso per la pianificazione del futuro.

L'impegno dell'Inps nella digitalizzazione dei servizi non è solo una questione di numeri e obiettivi raggiunti. È una vera e propria rivoluzione che sta toccando la vita di milioni di italiani, rendendo più semplici e accessibili servizi fondamentali. La trasformazione digitale dell'Inps è un viaggio entusiasmante verso un futuro in cui tecnologia e benessere sociale vanno di pari passo, promettendo un impatto positivo sulla vita di tutti i giorni.

Cropped Icon Primissima.png

Mi chiamo Mila, sono una redattrice appassionata nel campo della finanza per Primissima.it. La mia avventura nel mondo finanziario è iniziata durante i miei studi universitari in Economia e Gestione delle Imprese. Da allora, mi dedico alla scrittura e all'analisi di tendenze di mercato, strategie di investimento e notizie economiche, con l'obiettivo di rendere i concetti finanziari accessibili a tutti.

Nessun comment su «L’Inps digitalizza tutto nel 2024, ecco cosa cambia per te !»

Lascia un comment

* Required fields